Lipofuscinosi ceroide neuronale 1 (gene PPT1)

La lipofuscinosi ceroide neuronale 1 (NCL1) è una rara e grave malattia genetica caratterizzata dall'accumulo di un pigmento grasso chiamato lipofuscina nelle cellule nervose del cervello e di altri tessuti, con conseguente degenerazione neurologica progressiva.

Sintomi

I sintomi dell'NCL1 si manifestano solitamente tra i 6 mesi e i 2 anni di età e comprendono cambiamenti comportamentali come ansia, irrequietezza o aggressività, atassia, perdita della vista, sensibilità alla luce e convulsioni. Con il progredire della malattia, i cani colpiti possono sviluppare debolezza e deperimento muscolare, perdita di appetito e di peso, deterioramento cognitivo e sintomi simili alla demenza, oltre a difficoltà respiratorie e di deglutizione.

Gestione della malattia

Attualmente non esiste una cura per l'NCL1 nel cane e il trattamento si concentra sulla gestione dei sintomi per migliorare la qualità di vita dell'animale. I farmaci possono essere utilizzati per controllare le crisi epilettiche e l'ansia. Può anche essere necessaria una terapia per mantenere la mobilità e migliorare la coordinazione, nonché un supporto nutrizionale per prevenire la malnutrizione. È essenziale lavorare a stretto contatto con un veterinario per sviluppare un piano di trattamento personalizzato in base alle esigenze specifiche del cane colpito.

Base genetica

Questa malattia segue una modalità di ereditarietà autosomica recessiva. L'ereditarietà autosomica recessiva significa che il cane, indipendentemente dal sesso, deve ricevere due copie della mutazione o della variante patogena per essere a rischio di sviluppare la malattia. Entrambi i genitori di un cane affetto devono essere portatori di almeno una copia della mutazione. Gli animali portatori di una sola copia della mutazione non hanno un rischio maggiore di sviluppare la malattia, ma possono trasmettere la mutazione alle generazioni future. È sconsigliato l'accoppiamento tra cani portatori di varianti genetiche che possono causare la malattia, anche se non presentano sintomi.

Rapporto tecnico

Le lipofuscinosi ceroidi neuronali (NCL) sono malattie da accumulo lisosomiale caratterizzate dall'accumulo di granuli di lipofuscina fluorescente nei lisosomi dei neuroni, con conseguente morte neuronale precoce e progressiva neurodegenerazione del sistema nervoso centrale. Queste malattie sono causate da mutazioni in vari geni; l'età di insorgenza dei sintomi e la progressione variano a seconda della forma specifica della malattia e della mutazione sottostante. La NCL1, in particolare, è causata da mutazioni nel gene PPT1 (palmitoil-proteina tioesterasi 1) e può colpire varie razze. Il gene PPT1 produce un enzima che catalizza la reazione di palmitoilazione, una modifica che si verifica in alcune proteine e che conferisce loro la capacità di interagire con le membrane o con altre proteine idrofobiche. L'enzima PPT1, nei neuroni, è localizzato negli assoni e nelle vescicole sinaptiche. La mutazione qui discussa è stata associata per la prima volta alla malattia in uno studio di Sanders et al. I ricercatori hanno individuato un'inserzione di una singola base nella sequenza del gene PPT1 (c.736_737insC) nei cani di razza Dachshund affetti da NCL1. Questa modifica interessa un residuo essenziale per il corretto funzionamento dell'enzima e determina una perdita completa dell'attività enzimatica.

Le razze più colpite

  • Mastino italiano
  • Bassotto

Bibliografia

Non conoscete ancora la vera natura del vostro cane?

Svelate i segreti del DNA del vostro animale domestico con le nostre due gamme.

starter

Razze + Tratti fisici

advanced

Salute + Razze + Tratti fisici

Summer Sale Solo fino al 25 luglio sui nostri test di DNA per cane. Usa il nostro codice SUMMER15
Acquista